"La guaritrice di Riverhex" di Sara Taccogna


La guaritrice di Riverhex di Sara Taccogna è un romanzo che colpisce per fluidità dello stile, ambientazione perfetta e ritmo narrativo vivace.

Si tratta di un giallo soprannaturale, ambientato in Scozia, alla fine del 1600. Protagonista l’affascinante Aileen Sinclair, raffigurata nella suggestiva copertina del libro.

La trama è intrisa di mistero e colpi di scena. Non manca una tenera storia d’amore che si amalgama perfettamente con le vicende narrate, fra l’altro, in modo molto avvincente. Predominante l’elemento soprannaturale.

C’è di tutto in questo libro, che di certo è tutt'altro che monotono. Sogni premonitori, immagini provenienti da un passato lontano, doppie identità, guaritrici considerate streghe, legami familiari, intrighi e bugie, insomma Sara Taccogna non fa mancare proprio niente ai suoi lettori.

La guaritrice di Riverhex è un libro perfetto quindi? A volerla dire tutta, sono frequenti ripetizioni di termini e verbi nella stessa frase o in frasi contigue, e la grammatica scricchiola: qualche errore a livello di tempi verbali, di preposizioni, e, soprattutto, gli articoli lo e la che, erroneamente, non vengono mai apostrofati davanti alle vocali. Con un po’ d’attenzione in più, questo romanzo, che nonostante quanto riportato è un piccolo gioiello, potrà veramente raggiungere la perfezione.

Se la grammatica si impara e al lessico si può prestare maggiore attenzione, infatti, il talento non si inventa e Sara Taccogna dimostra di averne a iosa.

Search By Tags