"IL CUORE A SUD" di Daniela Forlani


“Il cuore a Sud” di Daniela Forlani è un racconto lungo ambientato fra Casoli, in Abruzzo, e Milano. La protagonista, Martina, è una giovane donna in carriera, combattuta fra l’attaccamento alla sua terra, che non offre grosse opportunità di impiego, e l'aspirazione a divenire una manager di successo.

Grintosa e combattiva, entra spesso in collisione con suo padre Corrado, molto legato alle tradizioni, che non ne condivide le scelte di vita. “Ci vuole coraggio a restare” è la sua conclusione in rapporto alle decisioni della figlia, emigrata nella grande città del Nord.

Lui, nel suo piccolo paese, invece, si prepara ad aprire un museo della storia dell’olio, del grano e del vino e lo fa per le nuove generazioni, perché le antiche tradizioni, a cui tanto tiene, non vadano perdute.

Ed è proprio il suo personaggio a bucare il foglio, a fare la differenza rivelandosi addirittura commovente nel bene un po’ ruvido che prova per la figlia e che fa fatica a esternare, nella perseveranza con cui tramanda a Carlo, il nipotino, certe storie legate alla sua terra, storie che parlano anche di emigrazione in luoghi lontani come la Germania e l’Australia. “Una volta si emigrava per fame, ora per fama” e questo a lui non va proprio giù.

Altro non aggiungerò, perché dovete proprio leggerlo. Scorrevole, quasi totalmente privo di refusi, questo racconto descrive tradizioni, usi e costumi abruzzesi con dovizia di particolari, inserendole nel tessuto narrativo, in maniera briosa e interessante.

Il finale non è scontato e può sorprendere il lettore, ma c’è un ma... Risulta incompleto. L’autrice si congeda dai lettori senza far loro sapere più nulla della protagonista; forse "IL CUORE A SUD" è semplicemente autobiografico, ma allora perché non presentarlo come tale? O, in alternativa, perché non fornire qualche dettaglio sulla nuova vita di Martina, frutto di una scelta travagliata e determinante per il suo futuro?


Search By Tags